Condividi sui Social Network...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

1. Premessa

Le presenti condizioni generali di fornitura si applicano integralmente ad ogni ordine salvo deroghe particolari scritte inviate da G.N.G. S.R.L. al Cliente. Il conferimento dell’ordine comporta l’accettazione integrale delle presenti condizioni generali di vendita.

2. Prezzi

Tutti i prezzi esposti nel nostro sito sono impostati a € 0,00. Questo perchè il nostro sito serve esclusivamente per inviarci richieste di offerta per i nostri prodotti.

3. Richieste di Offerta

Tramite questo sito web è esclusivamente possibile inviarci richieste di offerta per in nostri prodotti.

Per inviare una richiesta di offerta bisogna semplicemente registrarsi al sito, inserire nel carrello i prodotti e le quantità desiderate e seguire la procedura di Check Out.

I costi di spedizione saranno successivamente quotati nell’offerta che Vi invieremo.

Alla conclusione della procedura di Check Out non dovrete pagare niente! Ricevere nel più breve tempo possibile una risposta alla Vostra richiesta di offerta.

4. Ordini

Gli ordini verranno gestiti dal nostro personale solo ed esclusivamente ad avvenuta accettazione di una nostra offerta.

L’offerta può essere accettata tramite i consueti canali di comunicazione scritta (email o fax) o con l’invio da parte del cliente di un’ordine scritto con riportati i riferimenti dell’offerta.

L’ordine viene gestito al di fuori di questo sito web, quindi deve essere inviato tramite mail, fax, il form disponibile nella sezione contati o posta ordinaria ad uno dei nostri recapiti indicati nell’offerta.

5. Pagamento

Fra le principali forme di pagamento accettate vi è il bonifico bancario ordinario.

Altra forma di pagamento accettata è il contanti o assegno al ritiro della merce nel caso in cui il cliente scelga di ritirare i prodotti acquistati presso la nostra sede.

Altre forme di pagamento possono essere eventualmente concordate.

6. Spese di spedizione

Le spese di spedizione della merce spedita nonché i rischi da essa derivanti sono a totale carico dell’acquirente e verranno quantificati in fase di offerta.

La merce viene pertanto spedita franco nostro deposito e viaggia a totale rischio dell’acquirente, anche nei casi in cui il vettore non sia stato indicato da questi, nonchè nei casi in cui le spese sono a carico nostro.

SPEDIZIONI IN ITALIA E ALL’ESTERO

La spedizione standard in Italia e all’Estero viene effettuata con il servizio “CORRIERE ESPRESSO” a mezzo del Corriere DHL o BRT.

Non saremo responsabili in alcun modo, qualora il corriere non riesca ad effettuare la consegna nei tempi previsti.

Il cliente ha la facoltà di chiedere che la spedizione venga effettuata, a proprie spese, con un corriere alternativo, da lui scelto.

Nel caso non venga espressa altra preferenza, si intenderà pertanto accettato l’utilizzo del servizio standard.

Il costo della spedizione è variabile a seconda del peso e delle dimensioni della merce e verrà comunicato nell’offerta che riceverete.

7. Evasione degli ordini.

Sarà nostra cura evadere gli ordini prima possibile.

La tempistica per l’evasione di un ordine varia innanzi tutto in funzione della tipologia di pagamento prescelta, ed ovviamente in funzione della disponibilità a magazzino della merce ordinata.

Con il pagamento con bonifico bancario all’ordine, l’evasione dell’ordine avverrà in seguito all’accredito in conto.

Nella peggiore delle ipotesi, l’accredito avverrà dopo circa tre giorni lavorativi dal momento in cui si effettua il bonifico, pertanto questa è la tempistica massima che può trascorrere prima dell’evasione di un ordine, sempre che la merce ordinata sia in pronta consegna.

8. Resi e rientri per riparazione o sostituzione.

Il rientro della merce, in tutti i casi, deve essere prima espressamente autorizzato dalla G.N.G. S.r.l..

Il rientro può essere richiesto per errato ordine, errata fornitura, riparazione (o sostituzione) in garanzia, o per riparazione fuori garanzia.

La richiesta di rientro per errato ordine o errata fornitura può essere inoltrata per chiedere la sostituzione con altre apparecchiature o per chiedere il reso, ovvero il rimborso di quanto pagato.

La richiesta di rientro per errato ordine o errata fornitura deve essere inoltrata entro e non oltre 7 giorni dalla ricezione della merce.

La richiesta di reso in seguito ad errato ordine, comporta la decurtazione del 20% sul valore della merce erroneamente ordinata.

In seguito alla richiesta di rientro, se questa viene autorizzata verrà comunicato al cliente il codice RMA di rientro.

Il cliente deve spedire la merce da rientrare all’indirizzo che verrà comunicato, indicando bene in vista sulla confezione del pacco il codice RMA che gli è stato comunicato.

Le apparecchiature vanno spedite in porto franco, pena il mancato ritiro da parte del centro di ricezione.

E’ importante che l’imballaggio delle apparecchiature venga effettuato con la massima cura, adottando tutte le precauzioni necessarie per evitare danneggiamenti durante il trasporto.

Le apparecchiature dovranno essere restituite nel loro imballo originale e non dovranno risultare in alcun modo manomesse.

Se si tratta di articoli imbustati, blisterati o sigillati, le buste, i blister e/o i sigilli dovranno essere perfettamente integri.

Se le buste, i blister e/o i sigilli sono stati manomessi, si sconsiglia di richiederne il rientro, poiché trattandosi di articoli non più vendibili, verrebbero inevitabilmente restituiti con ulteriore aggravio di spese a carico del cliente.

Le apparecchiature rientrate verranno prima controllate, quindi si deciderà, a seconda delle circostanze, se inviarle in assistenza, sostituirle, o procedere con il rimborso (nel caso di richiesta di reso).

Nel caso di richiesta di sostituzione per errato ordine, è indispensabile che il cliente faccia pervenire contestualmente alla richiesta di rientro anche l’ordine relativo alle apparecchiature con cui effettuare la sostituzione.

Le due procedure verranno lavorate separatamente dal punto di vista contabile:

– Al rientro delle apparecchiature seguirà l’emissione di una nota credito, al netto delle spese di spedizione da noi sostenute per la prima spedizione, qualora fossero state a parziale o totale nostro carico;

– Verrà inviata al cliente la conferma d’ordine relativa alle apparecchiature ordinate in sostituzione, di valore almeno uguale o superiore al valore delle apparecchiature rientrate, comunicando l’eventuale importo da pagare a saldo.

Qualora in seguito al rientro delle apparecchiature per sostituzione non dovesse subito seguire un ordine di altre apparecchiature di eguale valore o di valore superiore (per esempio: se il cliente è indeciso su cosa ordinare in sostituzione), la procedura verrà congelata in attesa di ricezione del nuovo ordine.

Non sarà possibile chiedere la restituzione di soldi per merce rientrata per errato ordine e contestuale richiesta di sostituzione, qualora il ripensamento dovesse avvenire oltre 7 giorni dalla ricezione della merce.

Sarà consentita la restituzione a cui seguirà il riaccredito di quanto pagato (al netto delle spese di spedizione ed eventuali altri oneri previsti per il reso) solo se la richiesta sarà effettuata nei termini o in caso di recesso, ove previsto.

Le spese di imballaggio, di spedizione e di assicurazione e ogni altro onere accessorio (sia per la spedizione che per la restituzione delle apparecchiature) saranno a carico del cliente, oltre, ovviamente, alle eventuali spese di riparazione, ove dovute.

In caso di rientro di apparecchiature per riparazione in garanzia, l’eventuale accertamento di assenza del difetto lamentato dal cliente potrebbe comportare l’applicazione di una penale di Euro 50,00 più iva.

Per evitare di incorrere nella penale, in caso di mancato funzionamento di un’apparecchiatura, chiediamo sempre ai nostri clienti di verificare con la massima accortezza che il problema non dipenda da una disattenzione o da una errata manovra.

In caso di rientro per riparazione fuori garanzia, verrà comunicato al cliente il preventivo di spesa per la riparazione dell’apparecchiatura rientrata. La non accettazione del preventivo comporterà in ogni caso un addebito di Euro 50,00 più iva, per spese di gestione e diagnosi.

9. Resi e rientri per sotituzione in seguito al danneggiamento dovuto al trasporto.

Il rientro può essere richiesto anche nel caso in cui delle apparecchiature dovessero risultare danneggiate durante il trasporto.

Se il danno è evidente già alla ricezione del pacco, si consiglia di evidenziarlo subito al corriere e di ritirare il pacco solo se sulle copie delle lettera di vettura viene indicato chiaramente che il pacco viene accettato con riserva di verifica e quantificazione del danno per poterne eventualmente richiedere il rimborso.

Se il corriere si rifiuta di verbalizzare l’accaduto, potete rifiutare il pacco, chiedendo il ritorno al mittente per danneggiamento del contenuto e dandocene immediata comunicazione.

Qualora il danneggiamento non fosse visibile dall’esterno, o fosse sfuggito al destinatario non sarà facilmente possibile rivalersi sul corriere.

Per potere richiedere la sostituzione delle apparecchiature danneggiate durante il trasporto è indispensabile che ci venga data tempestivamente comunicazione.

La richiesta di rimborso al corriere può essere da noi inoltrata tassativamente entro 15 giorni dalla data di spedizione.

Consigliamo pertanto ai nostri clienti di verificare subito e molto attentamente le condizioni delle apparecchiature al momento della ricezione, poiché non sarà possibile accogliere richieste di sostituzione per danneggiamento oltre il 15° giorno dal momento della spedizione.

Poiché i tempi di valutazione ed eventuale rimborso del danno sono abbastanza lunghi, onde evitare ai nostri clienti di dovere attendere il completamento dell’istruttoria relativa alla richiesta di rimborso per riavere le apparecchiature in sostituzione (sempre che la richiesta di rimborso venga accettata), diamo loro la possibilità di rientrare le apparecchiature danneggiate per poterle sostituire.

In seguito alla richiesta di rientro, se questa viene autorizzata verrà comunicato al cliente il codice RMA di rientro.

Il cliente deve spedire la merce da rientrare all’indirizzo che verrà comunicato, indicando bene in vista sulla confezione del pacco il codice RMA che gli è stato comunicato.

Le apparecchiature vanno spedite in porto franco, pena il mancato ritiro da parte del centro di ricezione.

E’ importante che l’imballaggio delle apparecchiature venga effettuato con la massima cura, adottando tutte le precauzioni necessarie per evitare ulteriori danneggiamenti delle stesse durante il trasporto.

Poiché verrà presentata richiesta di rimborso al corriere, il cliente dovrà rispedire anche il pacco che conteneva la merce danneggiata, perché il corriere potrebbe richiederci di mostrare l’involucro del pacco stesso prima di autorizzare il rimborso.

L’ideale sarebbe quindi di rispedire l’intero involucro con dentro l’apparecchiatura danneggiata, racchiudendo il tutto all’interno di un’altra scatola per lasciare intatto quello della spedizione precedente.

Si raccomanda in oltre di assicurare la merce rispedita per evitare ulteriori complicazioni.

Le apparecchiature verranno prima controllate, quindi verrà data comunicazione al cliente riguardo l’eventuale spedizione delle apparecchiature in sostituzione.

In seguito alla comunicazione, da parte del corriere dell’esito relativo alla nostra richiesta di rimborso per il danneggiamento delle apparecchiature e di ciò che ne è conseguito, in caso di esito positivo, si procederà se riconosciuto, al rimborso delle spese di spedizione sostenute per la restituzione delle apparecchiature danneggiate.

10. Pacchi in ritardo di consegna, non consegnabili, smarriti o manomessi.

Nel caso in cui un pacco non dovesse essere consegnato entro la tempistica prevista, suggeriamo al cliente di contattarci per e-mail o telefonicamente per darcene comunicazione.

Verrà effettuata una verifica sullo stato della spedizione per capire se si è trattato di un semplice ritardo o di qualche altra problematica (es.: indirizzo errato, destinatario assente ecc…).

10.1 – Ritardo di consegna, mancata consegna per destinatario assente, mancata consegna per indirizzo errato o incompleto, mancato espletamento del servizio.

10.1.1 – Se dalla verifica della spedizione dovesse risultare un semplice ritardo, o l’impossibilità ad effettuare la consegna causa destinatario assente, ne verrà data comunicazione al cliente, per tranquillizzarlo, poiché la consegna sarà effettuata molto probabilmente il giorno lavorativo successivo.

10.1.2 – Nel caso si fosse trattato di impossibilità a consegnare causa destinatario assente, il cliente dovrà fare il possibile per consentire al corriere di potere effettuare la consegna il giorno successivo, altrimenti il pacco verrà consegnato alla più vicina sede del corriere, e il cliente vi si dovrà recare entro i successivi 5 giorni per potere ritirare il pacco personalmente.

10.1.3 – Qualora il corriere avesse tentato la consegna, ma non fosse stato possibile effettuarla a causa dell’indirizzo risultato errato o incompleto, verrà comunicato al cliente per dargli modo di contattare il corriere, per chiedere lo svincolo della spedizione, e contestualmente:

– a) Confermando la correttezza dell’indirizzo (nel caso fosse corretto), magari aggiungendo qualche altro riferimento o dettaglio.

– b) Rettificando l’indirizzo (qualora fosse risultato effettivamente errato o incompleto).

– c) Comunicando un indirizzo alternativo, magari più facilmente rintracciabile, qualora quello indicato dovesse risultare di difficile individuazione.

– d) Chiedendo la messa in fermo deposito per ritirare il pacco direttamente presso la locale filiale.

Per limitare al minimo questo genere di problematiche suggeriamo ai nostri clienti di indicare indirizzi di consegna facilmente individuabili, completi di numero civico e con l’indicazione del nominativo del destinatario presente in una insegna o nel pulsante del citofono. Capita infatti che il corriere, non trovando l’indicazione del nominativo di destinazione sul citofono o in nessuna insegna, indichi l’impossibilità a potere effettuare la consegna, causa indirizzo errato o incompleto.

10.1.4 – Qualora la mancata consegna di un pacco, e il conseguente rientro al mittente, fosse

dovuto alla comunicazione di un indirizzo di consegna errato o incompleto, da parte del cliente, si renderà necessario effettuare una seconda spedizione.

In questo caso il costo della seconda spedizione sarà a carico del cliente.

10.1.5 – Qualora la mancata consegna di un pacco, e il conseguente rientro al mittente, fosse

dovuto a inadempienza da parte del corriere, si potrà procedere con una spedizione sostitutiva.

Qualora il costo della prima spedizione fosse stato interamente o parzialmente a nostro carico, anche il costo della spedizione sostitutiva sarà a nostro carico, riservandoci il diritto di richiesta di rimborso al corriere.

10.2 – Pacchi smarriti.

Nel caso in cui un pacco non dovesse essere consegnato entro una settimana dal giorno della spedizione, e verificando il tracking non dovesse trovarsene traccia, o il tracking dovesse risultare fermo a diversi giorni prima di quello della verifica, senza altro aggiornamento, molto probabilmente ci si troverà nello spiacevole caso di pacco smarrito.

Una volta fatte le dovute verifiche presso il corriere, se non si dovesse riuscire a trovare traccia del pacco, si procederà con una spedizione sostitutiva, per garantire comunque la ricezione della merce ordinata al nostro cliente.

Verrà quindi chiesto al cliente, dopo avere ricevuto il primo collo, di rifiutare l’eventuale secondo, rimandandolo indietro al mittente, qualora il corriere dovesse riuscire a rintracciarlo a distanza di tempo, e dovesse tentarne la consegna.

10.3 – Pacchi manomessi con merce trafugata.

Informiamo i nostri clienti che i pacchi vengono da noi confezionati solo ed esclusivamente con il nastro di imballaggio personalizzato.

Al momento della consegna del pacco, verificate quindi che questo risulti integro, e che sia sigillato con il nastro G.N.G. S.r.l.. Nel caso in cui il pacco dovesse essere sigillato con del nastro generico o se, oltre al nastro personalizzato, doveste rilevare del nastro di tipo generico sovrapposto al nostro nastro, non accettate per nessuna ragione la consegna del pacco.

In questo caso sicuramente il pacco è stato manomesso.

Prima di aprire il pacco verificate il peso (orientativo) e confrontatelo con quello indicato sul bollettino di spedizione.

Chiedete quindi al corriere di farvelo aprire per verificare il contenuto o, qualora questi si rifiutasse, chiedete di ritirarlo con riserva, poiché avete rilevato delle imperfezioni.

E’ importante che il corriere indichi sulla copia del bollettino di spedizione che vi consegna, che state ricevendo il pacco in consegna Con riserva di successiva verifica, a causa della presenza di nastro di imballaggio non conforme o per qualunque tipo di anomalia riscontrata esternamente, firmando (il corriere) alla fine la suddetta dichiarazione.

Solo così potrete essere certi di essere tutelati nel caso in cui una volta aperto il pacco doveste riscontrare la mancanza totale o parziale del contenuto.

Non accettate per nessun motivo pacchi in consegna che presentano delle imperfezioni senza l’indicazione del ritiro con riserva.

Sia nel caso che la manomissione fosse evidente che nel caso non lo fosse, una volta aperto il pacco, qualora si dovesse riscontrare la mancanza parziale o totale del contenuto è indispensabile che ce venga data tempestivamente comunicazione.

La mancata segnalazione entro e non oltre le 24 ore successive al momento della consegna non ci consentirà più di potere intervenire, pertanto l’eventuale richiesta tardiva non potrà essere accolta.

Una volta ricevuta la segnalazione del cliente si attiverà la procedura di contestazione al corriere.

Verrà inviata al cliente una comunicazione di avvenuta attivazione della procedura, con la richiesta di alcuni adempimenti indispensabili per potere procedere successivamente con la spedizione del pacco con la merce sostitutiva.

Poiché i tempi di valutazione ed eventuale rimborso del danno sono abbastanza lunghi, onde evitare ai nostri clienti di dovere attendere il completamento dell’istruttoria relativa alla richiesta di rimborso per ricevere le apparecchiature acquistate (sempre che la richiesta di rimborso venga accettata), diamo loro la possibilità di venire in possesso delle apparecchiature acquistate mediante una spedizione sostitutiva.

La spedizione sostitutiva verrà effettuata il giorno successivo a quello di ricezione di tutta la documentazione richiesta.

11. Diritto di recesso

Il consumatore che per qualsiasi ragione non si ritenesse soddisfatto dell’acquisto effettuato, ha diritto di recedere dal contratto stipulato, senza alcuna penalità e senza specificarne il motivo. Il diritto di recesso è regolato ai sensi della Legge n. 50 del 15/01/1992 e successive integrazioni.

11.1 – Termini

– Per i contratti non ancora perfezionati, senza avere ancora effettuato il pagamento, è sufficiente inviare una e-mail di disdetta contenente i dati dell’ordine e della ns. conferma d’ordine a [email protected] – Per i contratti già perfezionati con merce già ricevuta, bisogna darne comunicazione entro 10 giorni lavorativi dalla data del ricevimento.

11.2 – Modalità

G.N.G. S.r.l. è particolarmente attenta alle esigenze dei propri clienti.

Nel caso in cui il cliente volesse restituire la merce acquistata, lo può fare benissimo inviando una semplice comunicazione per e-mail [email protected]

In alternativa il cliente, qualora lo ritenesse opportuno può operare nei modi previsti dalla legge, inviando una lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo indicato nella fattura allegata alla merce, specificando tutti i dati della vendita.

Entro lo stesso termine può essere inviato un telegramma sempre all’indirizzo indicato in fattura o un fax al numero 011/3497728 al quale dovrà comunque seguire, entro 48 ore, la lettera raccomandata con avviso di ricevimento a conferma del manifestato recesso.

Alla ricezione della richiesta di recesso verrà inviata al cliente una e-mail di autorizzazione al rientro con relativo codice RMA.

Sempre entro il termine di giorni 10 lavorativi dovranno essere restituiti al mittente-fornitore tutti i beni acquistati, ( comprese imballo ed eventuale documentazione e dotazione accessoria: manuali, cavi, ecc.); per limitare danneggiamenti alla confezione originale, raccomandiamo, quando possibile, di inserirla in una seconda scatola.

Va evitata in tutti i casi l’apposizione di etichette o nastri adesivi direttamente sulla confezione originale del prodotto.

Bisogna cioè fare tutto il possibile affinché il prodotto restituito risulti integro in tutte le sue parti, compresa la confezione.

Le spese di restituzione e i mezzi di cui avvalersi saranno a carico e a responsabilità del Cliente che non verrà risarcito da G.N.G. S.r.l. nel caso in cui i beni venissero persi o danneggiati.

Sarà inoltre necessario specificare sul pacco la dicitura “Oggetto: recesso, ordine n., fattura n., mittente e numero RMA”.

Non verranno accettati i pacchi sprovvisti delle suddette indicazioni.

Una volta ricevuta la merce G.N.G. S.r.l. provvederà, in seguito ad esito positivo della verifica sulla merce restituita, all’emissione di una nota di credito dell’intero importo versato dal Cliente, al netto delle sole spese di spedizione.

Entro il termine di 30 giorni verrà rimborsata la nota di credito salvo che il Cliente non decida di acquistare merce di pari importo o di mantenere il credito per futuri acquisti.

12. Casi in cui non è possibile avvalersi del diritto di recesso

In base a quanto previsto dall’ Art. 5 – comma 3 – lettera “d” – D. Lgs. 185/99 Il consumatore non può avvalersi del diritto di recesso in caso di fornitura di prodotti audiovisivi o di software informatici sigillati, aperti dal consumatore.

Il diritto di recesso decade totalmente, per mancanza della condizione essenziale di integrità del bene (confezione e/o suo contenuto), nei casi in cui G.N.G. S.r.l. accerti:

-Utilizzo anche parziale del bene e di eventuali materiali di consumo

-La mancanza o il danneggiamento della confezione esterna e/o dell’imballo interno originale

-L’assenza di elementi integranti del prodotto (accessori,cavi,manuali,parti,…)

-Il danneggiamento del prodotto per cause diverse dal suo trasporto Nei casi sopra indicati, G.N.G. S.r.l. provvederà a restituire al mittente il bene acquistato, addebitando allo stesso le spese di spedizione

13. Chi non ha diritto di recesso

Il consumatore non può esercitare tale diritto di recesso se acquista per finalità inerenti la propria attività lavorativa imprenditoriale o professionale ossia laddove avesse acquistato con Partita IVA, con relativa emissione di fattura.

14. Disdetta di un ordine

Il cliente può disdire l’ordine dandone semplice comunicazione per e-mail all’indirizzo [email protected], purché lo stesso non sia stato ancora evaso.

14.1 – Ordine con pagamento con bonifico anticipato. Qualora la disdetta dovesse avvenire successivamente alla spedizione della merce, il cliente sarà tenuto comunque alla ricezione della merce, richiedendo successivamente l’autorizzazione al rientro.

Successivamente al rientro sarà emessa la nota credito e il cliente verrà rimborsato dell’importo pagato, al netto delle spese di spedizione e assicurazione sia per la spedizione che per il rientro.

Anche nel caso il cliente dovesse rifiutare la consegna della merce per evitare la successiva restituzione, sarà comunque tenuto a rimborsare a G.N.G. S.r.l. le spese di spedizione e assicurazione già sostenute, nonché le spese di spedizione e assicurazione per la restituzione della merce da parte del corriere.

15. Responsabilità.

L’Acquirente con l’ordine si assume la responsabilità dell’osservanza delle norme di legge e di sicurezza relative all’impiego dei prodotti acquistati.

E’ esclusa pertanto ogni responsabilità del Fornitore per ogni e qualsiasi danno diretto o indiretto causato a persone o cose dall’impiego improprio dei prodotti forniti.

Il Fornitore in nessun caso può essere ritenuto responsabile, anche indirettamente, del mancato o insufficiente funzionamento dei prodotti e/o dei danni conseguenti.